Terremoto di 9 gradi Richter: ecco come resistono gli edifici in Giappone!

Terremoto in centro Italia. Poi di nuovo una scossa ad Ischia. Con la terribile sequenza di scosse che ha colpito il centro Italia, l’attenzione dell’opinione pubblica e degli studiosi è ovviamente concentrata sul terremoto: sui danni, sulle dinamiche e sui possibili rimedi futuri per far fronte ad eventuali altre scosse di terremoto.

Si sa, l’Italia è una penisola che vede gran parte della propria superficie in balia dei movimenti della crosta terrestre, dal centro fino all’estremo sud, il pericolo di un terremoto è reale e ben presente negli occhi e nella memoria di chi ha vissuto tragedie simili, come il grande terremoto dell’Irpinia, ma anche quello che qualche anno fa ha devastato Perugia.

Quando un terremoto decide di scatenare la sua violenza, a farne le spese sono solitamente gli edifici più vecchi, come case antiche e chiese. Ma quando la magnitudo aumenta, ecco venir giù anche le case di più recente costruzione: i motivi? Non siamo esperti per addentrarci in questo discorso, ma stando a quello che dicono gli specialisti, il problema maggiore è nel metodo che usiamo per costruire. In poche parole, in Italia non si dovrebbe più costruire in muratura, giacchè è un approccio sbagliato visto il territorio ad alto rischio sismico.

In Giappone, dove il problema sismico è molto presente e dove i terremoti avvengono con violenza e frequenza, si costruiscono edifici antisismici che per noi sono quasi opere fantascientifiche. In questo eccezionale video che risale al 2011, riviviamo i lunghi istanti di un terremoto del 9° grado della scala Richter avvenuto proprio nella città di Tohoku, in Giappone. Si è trattato del 4° terremoto più forte del mondo (da quando l’uomo ha iniziato a misurarli). Il sisma, che arriva anche a far cadere mobili e televisore (e ovviamente anche oggetti e soprammobili che si trovano su di essi), nulla può contro i palazzi che resistono alla forte scossa e rimangono così in piedi grazie all’elasticità della loro struttura.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *